+39.339/59.91.677 info@hotelsibilla.com

Abbazia di Piobbico

Abbazia di Piobbico

L’Abbazia benedettina di Piobbico venne fondata intorno all’anno 1000 a seguito di una donazione di terreni da parte del vescovo di Fermo Gaidulfo al conte Mainardo di Brunforte. Intitolata a Santa Maria “inter rivora”, per il fatto di trovarsi tra due torrenti, fu poi dedicata a San Biagio intorno al 1500, probabilmente per una particolare devozione che si venne a sviluppare verso questo santo.

Nei secoli a seguire cominciò il suo sviluppo grazie a molte donazioni da parte dei signori del luogo e dei loro discendenti, da privati ed abitanti di Piobbico che donavano i propri beni chiedendo in cambio una pensione o un’enfiteusi a terza generazione, con lo scopo di avere maggiore protezione e sicurezza. Essa conobbe il suo massimo splendore dopo il 1400 quando si trovò ad avere annesse molte chiese e possedimenti terreni in un territorio molto vasto che arrivava fino a Mogliano e Montolmo.

In seguito l’edificio cominciò lentamente a decadere fino a quando Papa Sisto V, nel 1585, assegnò i beni dell’Abbazia di Piobbico alla Collegiata di Montalto Marche suo paese natale, che provvide ad insignire a titolo di città decretandola anche sede di diocesi.

Oggi l’interno si presenta con tetto a capriate e a unica navata ma in origine ve ne erano due, riconoscibile dagli archi a tutto sesto di accesso e da una cappella.

Conserva numerosi affreschi eseguiti tra il XIV ed il XVI secolo, una bella cripta con 22 colonne ed il presbiterio rialzato.

Share This